I principali ingredienti del burro cacao

Tra i cosmetici più utilizzati ma di cui si sente poco parlare c’è senza ombra di dubbio il burro cacao. Scopriamo come è formulato e quali sono i principali ingredienti in esso contenuti.

È infatti un cosmetico utilizzato da chiunque, a qualsiasi età, in ogni stagione ed in base alla composizione può svolgere diverse funzioni benefiche per le labbra: tramite gli emollienti idrata le labbra e previene la comparsa di screpolature, se arricchito con SPF ostacola la comparsa di herpes, quando colorato o pigmentato esalta e illumina il viso.

La sua composizione è apparentemente semplice, ma in realtà è studiata per garantire la risposta giusta a problematiche cutanee che coinvolgono le labbra.

Per questo motivo abbiamo deciso di trattare l’argomento e di approfondire in particolare il tema degli ingredienti contenuti nel burro cacao, così da comprenderne anche le strategie formulative, il razionale di scelta degli attivi e i metodi di preparazione.

Formulazione e preparazione del burro cacao

preparazione burro cacao
Photo credit: canva.com

Chiamato anche stick labbra, il burro cacao fa parte di una categoria di cosmetici composti principalmente da cere, oli e burri ed è realizzato con tecniche di fusione e colatura in stampi da 6 ai 10 ml.

La sua formulazione non è priva di insidie ed è molto importante soddisfare precisi requisiti.

Il prodotto deve garantire una buona stendibilità ed essere stabile alle variazioni di temperatura. Un buon burro cacao, infatti, non deve rammollire, né indurirsi troppo.

Per questo motivo, durante la fase di progettazione, è necessario garantire una sapiente proporzione tra burri eudermici, cere e oli nutrienti ricchi di sostanze insaponificabili capaci di svolgere un’importante azione riparativa in caso di labbra screpolate.

La formula deve essere poi completata con sostanze umettanti e antiossidanti fondamentali per evitare l’irrancidimento tipico dei lipidi.

Principali ingredienti per un buon burro cacao

La Cera d’Api (INCI: Cera Alba) è tra gli ingredienti per burro cacao più utilizzati in quanto conferisce elevati livelli di cremosità e plasticità alla formulazione. Tuttavia, essendo una materia prima di derivazione animale, può provocare irritazioni in soggetti particolarmente sensibili e ovviamente non è accettata nei disciplinari VeganOk. Una valida alternativa vegan alla Cera d’api è la Cera di Crusca di Riso (INCI: Oriza Sativa Bran Cera) che lascia un gradevole tocco setoso sulla pelle. La Cera di Riso è importante anche per ridurre la Sineresi, fenomeno che consiste nella formazione di goccioline d’olio sulla superficie esterna del burro cacao.

Un’altra materia prima ampiamente usata è proprio il Burro di Cacao (INCI: Theobroma Cacao Seed Butter). Questo però possiede diversi stati di polimorfismo per cui il controllo della velocità di solidificazione è fondamentale per evitare che la formula finale risulti instabile. Inoltre, il Burro di Cacao ha una temperatura di fusione più alta della Cera d’Api o della Cera di Crusca di Riso per cui è essenziale valutare la sua concentrazione rispetto agli altri ingredienti presenti in formula, onde evitare che il prodotto finale risulti troppo duro e di difficile applicazione.

Per completare le formulazioni e dare un tocco di personalità è possibile inoltre aggiungere anche del Burro di karitè (INCI: Butyrospermum Parkii Butter) o del Burro di Cucupuacu (INCI: Theobroma Grandiflorum Seed Butter).

Tra gli ingredienti del burro cacao possiamo includere anche oli vegetali come l’Olio di Avocado, l’Olio di Pistacchio, l’Olio di Albicocca o l’Olio di Ricino che ha proprietà emulsionanti e l’Olio di Jojoba il quale è in realtà è una cera liquida e non una miscela di trigliceridi. Siamo infatti abituati a pensare alle cere come sostanze solide ma, nel caso dell’Olio di Jojoba, si tratta di una cera liquida estratta dai semi della Simmondsia Chinensis, con azione emolliente e tocco asciutto.

Uso stagionale del burro cacao

Il burro cacao spesso viene scelto dai consumatori perchè possiede eccellenti proprietà curative per le labbra secche e screpolate. Per questo esistono anche formulazioni arricchite con estratti di Propoli, Semi di pompelmo e Ceramidi che ne potenziano l’azione lenitiva e protettiva.

Le labbra infatti, sono delicate sia per una diversa stratificazione dell’epidermide rispetto al resto del viso e del corpo, sia per l’elevata concentrazione di recettori sensoriali. Non hanno ghiandole sebacee e sono prive di melanina per cui occorre avere qualche accortezza in più e scegliere stick labbra diversi in base alla temperatura e alla stagione.

D’inverno ad esempio le labbra tendono a disidratarsi e a screpolarsi e questo porta a secchezza, dolore e, se il problema non viene trattato adeguatamente, a sanguinamento.

D’estate, in soggetti particolarmente predisposti, una scarsa protezione labiale può comportare la comparsa di Herpes Zoster. In questi casi è importante fare prevenzione e orientarsi su burro cacao arricchiti con filtri solari così da prevenire eritemi e scottature e con Burro di Mango ricco di omega 3 e 6.

 Alternative allo stick labbra

balsamo labbra in crema
Photo credit: Canva.com

In commercio esistono prodotti alternativi come ad esempio i balsami labbra idratanti e relipidanti. Si tratta di formulazioni differenti in quanto hanno proprietà cicatrizzanti ed idratanti ma a differenza del classico stick labbra, oltre alla fase oleosa possiedono anche una fase acquosa.

In questo caso si parla di balsamo riparatore arricchito con attivi filmogeni che velocizzano i processi rigenerativi dell’epidermide, ripristinando lo strato idrolipidico delle labbra.

Il loro metodo di preparazione è completamente diverso in quanto si tratta di creme fluide spalmabili ad azione filmogena, idratante, cicatrizzante. Queste sono preparate con emulsioni di sostanze rimarginanti e confezionate in tubetti o vasetti che permettono una più agevole applicazione del prodotto con le mani. 

Infine è importante l’applicazione: è bene applicare una quantità generosa di prodotto sulle labbra più volte al giorno, in modo da garantire una buona idratazione ed evitare così labbra secche e screpolate.

Federica Giagnorio
Federica Giagnorio
Chemist R&D, sviluppo e ottimizzazione di nuove formulazioni cosmetiche skincare ed haircare, Master in Scienze e Tecnologie Cosmetiche Università di Siena.
Condividi
APPROFONDISCI
PRENOTA LA TUA CONSULENZA GRATUITA
Ti risponderemo entro 48 ore per consigliarti la "terapia" cosmetica personalizzata per il tuo disagio cutaneo.
© 2022 Tutti i diritti sono riservati • Divulgazione Cosmetica™ di Eleonora Tuzi • P.IVA 02686050416 • Cookie Policy & Privacy Policy
Questo sito web è stato progettato e realizzato da Federico Antonioni
Consulenza Gratuita
Eleonora_Tuzi_profilo

Hai un problema di pelle?

Descrivilo in dettaglio nel form che trovi qui sotto.

Ti risponderemo entro 48 ore per consigliarti la “terapia” cosmetica personalizzata per il tuo disagio cutaneo.

La SKINLETTER
di
Divulgazione Cosmetica
È nata la SKINLETTER!

Ogni mese eBook creati da professionisti del settore skin-care, contenuti e approfondimenti esclusivi sul tema cosmesi e sconti speciali.

Tutto gratis direttamente nella tua email.
novità 2022
Richiesta inviata con successo!
Eleonora_Tuzi_profilo

Controlla la tua casella di posta elettronica.

Entro qualche minuto riceverai una email con le istruzioni per procedere con la tua consulenza gratuita.