Body Positive: la bellezza è nella propria unicità

Movimento sociale e culturale del nostro tempo, il Body Positive ha ridefinito i canoni di bellezza puntando sull'accettazione di sé.

Accettazione del proprio corpo al di là di stereotipi convenzionali (erroneamente) inseriti nel sociale, questo è il body positive.

Il body positive è un movimento sociale e culturale moderno che:

  • esalta la Bellezza con la B maiuscola di ogni singolo individuo intendendola come valore dell’unicità;
  • reprime visioni che rischiano di portare alla distorsione della propria immagine;
  • ostacola il diffondersi di luoghi comuni sull’estetica che potrebbero esacerbare in conflitti interiori e disprezzo di sé.
due ragazze
Photo credit: Unsplash

Si manifesta sui social, il non-luogo in cui fondamentalmente nacque ed ora cresce, attraverso immagini di corpi paffutelli sorridenti, selfie di visi acneici privi di make-up e di filtri, post e racconti di chi denuncia senza paura gli atti di bullismo subiti.

Progresso quindi, ma ad ogni azione corrisponde una reazione uguale e contraria ed anche in questo caso è presente un rischioso rovescio della medaglia: se da una parte abbiamo il rispetto dell’unicità intesa come condizione inimitabile e insostituibile e quindi valore prezioso, dall’altra la difesa a spada tratta della propria immagine può portare a non intervenire quando in realtà l’organismo ne avrebbe bisogno.

Il body positive in bilico tra estetica e benessere, tra mero focus sull’immagine e sacro rispetto di sé.

È qui che si inserisce il concetto di salute: comprendere la bellezza della propria unicità è un’importante conquista sociale, ma è necessario mantenersi in uno stato di salute sia fisica che psicologica. Solo integrando nel messaggio la tutela della salute e del benessere psico-fisico il movimento body positive può considerarsi una vera e propria vittoria.

Esempi di Body Positive tra estetica e salute

A) Cellulite, ritenzione idrica, adipe localizzato

Cellulite e ritenzione idrica non sono considerate una patologia (nonostante tra le cause di insorgenza siano annoverate alterazioni ormonali, errori nutrizionali, problemi di circolazione) ma spesso vengono vissute come un disturbo estetico che altera la percezione di sé e può inficiare la fiducia in sé stessi e compromettere le relazioni sociali.

Considerando che è una condizione che coinvolge almeno l’80% delle persone di sesso femminile (ma anche il sesso maschile, seppur in percentuale ridotta) è bene parlarne, sia per ridimensionare l’entità del problema a ciò che realmente è, ovvero un tratto costituzionale caratteristico che contraddistingue la morfologica unicità di ognuno, sia per veicolare il messaggio del sano prendersi cura di sé quotidianamente ed intervenire nel caso in cui la salute lo richieda.

B) Acne

L’acne è una dermatosi dell’unità pilo-sebacea in cui si verifica un aumento della produzione di sebo.

  • Si crea un ambiente anaerobio ideale per la proliferazione di microrganismi tra cui Propioniacterium acneStaphylococcus epidermidis e Malassezia.
  • Questi microorganismi con il loro metabolismo producono molecole irritanti per la pelle.
  • Da qui si attiva la risposta immunologica della pelle ed inizia la fase infiammatoria dell’acne.
  • Appaiono comedoni, papule, pustole.
  • Queste lesioni cutanee possono evolvere in cicatrici ed ulcere.

Considerando il notevole impatto psicologico e relazionale che l’acne può avere sulla vita di ognuno, in particolare sui teen-ager in una delle fasi più delicate dello sviluppo della propria sicurezza, personalità e autostima, ben venga l’accettazione di sé nonostante i brufoletti e ben vengano selfie senza filtri, ma essendo presente una condizione infiammatoria e batterica è necessario agire per riportare la pelle in uno stato di salute.

Solo integrando nel messaggio la tutela della salute e del benessere psico-fisico il movimento body positive può considerarsi una vera e propria vittoria.Eleonora Tuzi

Per leggere l’articolo completo si rimanda al numero 3 della rivista Cosmetic Technology di CEC Editore.

Photo cover credit: Pixabay

Eleonora Tuzi
Eleonora Tuzi
Mi chiamo Eleonora Tuzi, sono laureata in Chimica e Tecnologie Farmaceutiche e dal 2009 svolgo la professione di farmacista. In questi anni grazie al mio lavoro ho avuto modo di constatare quanto le problematiche cutanee siano percepite come un forte disagio e quanto spesso la scelta di un cosmetico non adatto possa aggravarne la sintomatologia.

Hai un brand cosmetico o un’attività nell’ambito del benessere e della salute e vorresti parlarne sul blog di Divulgazione Cosmetica?

Condividi
APPROFONDISCI
Hormoon ragazze: ormoni e pelle del viso
Che relazione c’è tra ormoni e pelle del viso?

Ma fisiologicamente come cambia la pelle? Come gli ormoni la influenzano? E quale beauty routine eseguire per rispondere in modo adeguato alle esigenze volubili della pelle? Ce ne parla in questo articolo Fabrizia Grimaldi, Co-founder con Francesca Peggion di Hormoon.

Leggi tutto »
corpo di donna
Il mio corpo

Dalla nascita, all’età adulta sino ad arrivare al cosiddetto invecchiamento, il corpo umano subisce numerosi cambiamenti, alcuni dei quali anche molto profondi.

Leggi tutto »
© 2022 Tutti i diritti sono riservati • Divulgazione Cosmetica™ di Eleonora Tuzi • P.IVA 02686050416 • Cookie Policy & Privacy Policy
Questo sito web è stato progettato e realizzato da Federico Antonioni

Vuoi lanciare il tuo brand? Divulgazione Cosmetica può aiutarti!

La SKINLETTER
di
Divulgazione Cosmetica
È nata la SKINLETTER!

Ogni mese eBook creati da professionisti del settore skin-care, contenuti e approfondimenti esclusivi sul tema cosmesi e sconti speciali.

Tutto gratis direttamente nella tua email.
novità 2022