Invecchiamento cutaneo e rughe

Indice dei contenuti:

L’invecchiamento cutaneo è un processo naturale che caratterizza tutte le specie viventi. Nell’uomo e nella donna si manifesta a partire dai 25-30 anni. 

Con il corso degli anni a livello della pelle si osservano significative modificazioni che ne diminuiscono spessore, elasticità, tono e uniformità cromatica.

Possiamo distinguere:

  • L’invecchiamento intrinseco è legato all’età del soggetto e gli ormoni svolgono un ruolo molto importante; in menopausa ad esempio, si verifica una riduzione dello spessore della pelle e una diminuzione della quantità di collagene e di acqua in essa contenuti.
  • L’invecchiamento estrinseco, invece, è associato allo stile di vita, alle malattie e ai farmaci, all’inquinamento ambientale e alle radiazioni solari.

Tutti questi fattori causano la liberazione di mediatori dell’infiammazione, la disattivazione dei sistemi di difesa naturali dell’organismo e la produzione di radicali liberi.

INVECCHIAMENTO NEI 3 STRATI DELLA PELLE

La pelle è formata da 3 strati sovrapposti, EPIDERMIDE, DERMA ed IPODERMA.

  • L’epidermide è lo strato più superficiale della pelle; è un epitelio pluristratificato a rinnovamento continuo: nello strato germinativo, il più profondo, si avvia la sintesi dei cheratinociti i quali, nel percorso di migrazione verso la superficie dove andranno a formare lo strato corneo, vanno incontro a modifiche strutturali necessarie per svolgere la funzione di barriera selettiva e protettiva cutanea. Questo processo, chiamato turnover cellulare, dura mediamente 28 giorni.
  • Il derma è lo strato intermedio della pelle. I fibroblasti sono le cellule più rappresentate nel derma, sono responsabili della sintesi di fibre di collagene ed elastina che conferiscono forza e resistenza alla cute. È uno strato vascolarizzato e fornisce liquidi e nutrienti all’epidermide, è innervato da fibre nervose quindi è responsabile della sfera sensoriale e tattile.
  • L’ipoderma è costituito da tessuto adiposo, è uno strato isolante e riserva energetica ed è responsabile dei tratti somatici.

Con l’invecchiamento a livello dell’epidermide si verifica una riduzione della capacità proliferativa delle cellule basali, che determina un progressivo assottigliamento dell’epidermide. Ciò contribuisce a un rallentamento del turn-over cellulare, con disidratazione e perdita di elasticità.

Nel derma un’alterazione dei fibroblasti comporta una riduzione della sintesi di collagene ed elastina, diminuisce l’apporto di sostanze nutritive, si altera la disposizione 3D delle fibre elastiche. Il tessuto adiposo dell’ipoderma si riduce e la perdita di volume si manifesta soprattutto dopo i 40 anni.

Inoltre, avviene una riduzione delle cellule di Langherans che svolgono importanti funzioni di difesa e di sorveglianza immunologica portando ad un calo della sua efficacia protettiva.

Tutte queste problematiche fanno si che il tournover cellulare sia rallentato e che le cellule morte si accumulino a livello dello strato corneo formando una superficie compatta che altera le funzioni della barriera cutanea riducendo l’idratazione e conferendo alla pelle un aspetto arido e rugoso.

Rughe statiche e dinamiche

La pelle va incontro a modifiche qualitative e quantitative dei principali costituenti; perde resistenza, si assottiglia, c’è un cedimento strutturale ai lati del viso, sulle labbra, nel contorno occhi e si verifica lassità cutanea e perdita di tono dell’ovale. Possono comparire anche irregolarità della pigmentazione. 

Le rughe possono essere STATICHE o DINAMICHE.

Le rughe statiche sono legate all’invecchiamento cutaneo (cronoaging e photoaging) e permangono evidenti mentre le rughe dinamiche, o di espressione, si formano per contrazione dei muscoli facciali (zampe di gallina, del sopracciglio e della fronte)

Le rughe custodiscono il nostro percorso, sono incise dal tempo, dalle nostre esperienze, comunicano parte di noi. Prendiamocene cura.

Oltre al cronoaging (alterazioni strutturali geneticamente programmate e legate all’età) la pelle subisce un danno diretto da parte dei raggi UV (photoaging, invecchiamento fotoindotto) e dei radicali liberi (i ROS sono specie reattive dell’ossigeno che possono lesionare la cellula)  

TRATTAMENTI PER INVECCHIAMENTO CUTANEO E RUGHE

Per prevenire i danni di foto e crono-invecchiamento e “curarne i sintomi” si possono adottare numerose strategie tra cui l’uso di cosmetici idratanti e nutrienti, antiossidanti e tonificanti.

Un trattamento cosmetico costruito per contrastare l’invecchiamento cutaneo e la comparsa di rughe, infatti, deve supportare i fibroblasti, stimolare la sintesi di collagene ed elastina, idratare, proteggere dai raggi UV e neutralizzare i radicali liberi. 

Ingredienti attivi

trattamento invecchiamento cutaneo e rughe
Foto Shutterstock di Romariolen
  • Ingrediente fulcro e immancabile in un cosmetico formulato per idratare la pelle e prevenire la comparsa di rughe è l’acido jaluronico, un glicosaminoglicano in grado di legare acqua. È utilizzato in cosmesi sia ad alto che a basso peso molecolare: ad alto peso molecolare per un’azione idratante superficiale mentre a basso peso molecolare o micronizzato per un effetto riempitivo e rimpolpante.
  • Anche la bava di lumaca lega e trattiene acqua attraverso i mucopolisaccaridi ed apporta alla pelle vitamine.
  • Gli alfaidrossiacidi sono acidi di derivazione vegetale che sulla pelle svolgono azione esfoliante, stimolano il turnover cellulare e, se utilizzati in modo sistematico nel tempo, stimolano la sintesi di collagene. Tra gli α-idrossiacidi più utilizzati ricordiamo l’acido glicolico estratto dalla barbabietola da zucchero e l’acido malico estratto dalla mela.
  • Creatina e carnitina stimolano la sintesi di ATP, principale fonte di energia per la cellula ed incrementano i processi metabolici.
  • Vitamina C e vitamina E hanno azione antiossidante poiché neutralizzano i radicali liberi mentre le vitamine A e B5 stimolano la rigenerazione cutanea.

Sono molteplici gli ingredienti attivi di derivazione vegetale che svolgono azione antiossidante e sono utili per contrastare l’invecchiamento cutaneo e la comparsa di rughe. Le aziende cosmetiche investono in ricerca per sviluppare e costruire un ingrediente (pool di principi attivi) che poi diventa fulcro e immagine di tutta la linea di skincare e, non di rado, dell’azienda stessa. 

Consigli cosmetici e rimedi per l’invecchiamento cutaneo

Prevenire l’invecchiamento cutaneo e la comparsa di rughe richiede impegno costante e l’uso di prodotti scelti e formulati per uno specifico tipo di pelle. 

La priorità è idratare: fino ai 25 anni è l’unica azione richiesta, a partire dai 30 invece deve accompagnare trattamenti più mirati.

Dalla detersione alla protezione solare, dai trattamenti giorno alla beauty-routine serale, che siano creme, sieri, lozioni, gocce, detergenti o maschere, i cosmetici utilizzati devono essere scelti in base alla condizione cutanea specifica e devono dare una risposta concreta che tenga conto delle richieste e delle preferenze di ognuno.

© 2023 Tutti i diritti sono riservati • Divulgazione Cosmetica™ di Eleonora Tuzi • P.IVA 02686050416 • Cookie Policy & Privacy Policy
Questo sito web è stato progettato e realizzato da Federico Antonioni

Vuoi lanciare il tuo brand? Divulgazione Cosmetica può aiutarti!

La SKINLETTER
di
Divulgazione Cosmetica
È nata la SKINLETTER!

Ogni mese eBook creati da professionisti del settore skin-care, contenuti e approfondimenti esclusivi sul tema cosmesi e sconti speciali.

Tutto gratis direttamente nella tua email.
novità 2022