Detersione pelle a tendenza acneica

Indice dei contenuti:

DETERSIONE PELLE A TENDENZA ACNEICA O GRASSA

La pelle a tendenza acneica richiede attenzioni quotidiane e va considerata come una pelle sensibile ed estremamente reattiva.

Quando e quanto detergere

Va detersa solo 2 volte al giorno, mattino e sera, utilizzando detergenti antibatterici e cheratolitici delicati ed acqua tiepida. Il panno con cui ci si asciuga deve essere tamponato sulla pelle e non bisogna strofinare, per evitare inutili traumatismi ad una pelle che tende ad infiammarsi facilmente.

Quali detergenti utilizzare

Il detergente ideale per la pelle acneica è una emulsione leggera, un fluido o una mousse detergente, cioè un cosmetico a rapido risciacquo.

I detergenti formulati per pelli a tendenza acneica possono contenere acido salicilico ad azione cheratolitica ed anti-infiammatoria, acido azelaico cheratolitico ed anti-batterico, antimicrobici come clorexidina, triclosan, mirtacina e argento, e derivati dello zolfo che sono seboregolatori, cioè riducono la produzione di sebo da parte dei sebociti. Tra i principi attivi ad azione antibatterica di origine vegetale si utilizzano principalmente estratti di Tea Tree e Bardana. 

Maschere e scrub

1 o 2 volte a settimana può rivelarsi un toccasana per la pelle applicare una maschera: dopo aver deterso il viso e dopo aver rimosso eventuali residui di smog e di trucco si applica la maschera in modo omogeneo sul viso evitando il contorno occhi e si attendono almeno 10 minuti, tempo in cui ci si rilassa.

In caso di pelle grassa, ma anche di pelle mista e impura prima di applicare una maschera o il cosmetico selezionato può essere utile fare uno scrub. Si mette una piccola quantità di prodotto sulle mani e si procede ad applicare lo scrub sul viso con leggeri massaggi circolari per alcuni secondi.

All’interno dello scrub sono presenti polveri di semi d’oliva, di nocciolo, oppure di albicocca che attraverso i massaggi circolari fatti con le mani sul viso meccanicamente permettono la rimozione del sebo in eccesso.

Queste polveri sono finemente disperse o in emulsioni contenenti attivi lenitivi (calendula, bisabololo) oppure direttamente in oli e burri vegetali (olio d’oliva, olio di jojoba) che rispettano la composizione del naturale film idrolipidico prodotto dalla pelle.

E’ necessario non mettere troppa forza nel massaggio ed effettuare lo scrub solo in caso di pelle non infiammata: nel caso in cui la pelle sia a tendenza acneica, infiammata e/o con papule e pustole, allora si passa direttamente alla maschera poiché l’azione meccanica dello scrub potrebbe essere un evento traumatico per la pelle.

Si rimuove lo scrub sciacquando con acqua tiepida e quando la pelle è ben asciutta si procede alla stesura della maschera o del prodotto cosmetico (crema, siero, fiala) selezionato. 

Maschere a base di argilla (bianca o caolino, verde, rosa) permettono di adsorbire il sebo in eccesso ed apportano alla pelle minerali quali ferro, manganese e magnesio che intervengono come cofattori enzimatici in numerose vie metaboliche cellulari e sono utili per il benessere della pelle.

Possono alternarsi allo scrub con cadenza settimanale per cui durante la settimana, separatamente, si eseguirà un giorno lo scrub ed un altro giorno la maschera a base di argilla. 

Maschere contenenti idrossiacidi della frutta permettono un’esfoliazione delicata ideale per una pelle a tendenza acneica e stimolano il ricambio cellulare.

Maschere a base di propoli hanno azione antisettica ed antibatterica

Dopo la detersione

Dopo la detersione, prima del riposo notturno, è utile applicare un tonico oppure una lozione o una soluzione formulati per pelli acneiche.

I tonici formulati per pelli grasse a tendenza acneica hanno al loro interno acque termali ricche in oligoelementi lenitivi tra cui lo zolfo e α e β – idrossiacidi ad azione cheratolitica, anti-infiammatoria e sebo-regolatrice.

Le lozioni e le soluzioni contengono principalmente acido glicolico ed acido salicilico a concentrazioni più elevate rispetto ad un tonico.

Le lozioni si applicano con un dischetto di cotone inumidito frizionando sul viso mentre le soluzioni possono essere applicate direttamente sul brufolo tramite il contagocce di cui di solito è fornito il cosmetico, ed in entrambi i casi non si risciacqua.

Si procede al risciacquo il mattino successivo o solo con acqua tiepida oppure utilizzando un detergente non schiumogeno ed emolliente, così da compensare la secchezza cutanea determinata dall’effetto peeling notturno

Durante il giorno la pelle a tendenza acneica richiede protezione dai raggi UV, per questo è bene applicare sul viso una crema che oltre agli attivi seboregolatori ed antibatterici abbia anche molecole antiossidanti quali ad esempio vitamina C ed E ed un SPF di almeno 15

© 2022 Tutti i diritti sono riservati • Divulgazione Cosmetica™ di Eleonora Tuzi • P.IVA 02686050416 • Cookie Policy & Privacy Policy
Questo sito web è stato progettato e realizzato da Federico Antonioni

Vuoi lanciare il tuo brand? Divulgazione Cosmetica può aiutarti!

La SKINLETTER
di
Divulgazione Cosmetica
È nata la SKINLETTER!

Ogni mese eBook creati da professionisti del settore skin-care, contenuti e approfondimenti esclusivi sul tema cosmesi e sconti speciali.

Tutto gratis direttamente nella tua email.
novità 2022